Di cosa ci siamo occupati a: luglio 2022 Fondazione openpolis

A luglio abbiamo trattato varie questioni politiche come i nuovi equilibri con la nascita di Insieme per il futuro e l’attività del governo Draghi nei suoi 17 mesi di vita. Abbiamo poi parlato delle scadenze del Pnrr e degli effetti del cambiamento climatico che si manifestano in estate.

|

L’appuntamento mensile per aggiornare lettori, community e sostenitori sulle nostre iniziative. Un modo per raccontare meglio e di più le attività della fondazione openpolis.

Governo e parlamento

Questo mese abbiamo parlato di come la revisione dei regolamenti potrebbe disciplinare i cambi di gruppo in parlamento. Ci siamo poi occupati delle risposte del governo alle interrogazioni parlamentari e abbiamo ricostruito il quadro degli atti covid emanati anche in questa fase della pandemia. Infine, in corrispondenza della crisi dell’esecutivo, abbiamo riassunto in numeri l’attività dei 17 mesi di governo Draghi.

Mappe del potere

Con il primo articolo di luglio abbiamo concluso una serie di contenuti dedicati alla quota mezzogiorno del Pnrr. Successivamente abbiamo analizzato come erano cambiati gli equilibri di potere interni alla maggioranza di governo a seguito della scissione di Di Maio dal Movimento 5 stelle. Infine abbiamo dedicato due articoli alla politica locale approfondendo prima il tema dei comuni commissariati e poi quello delle province.

Povertà educativa

Proseguono gli approfondimenti dell’osservatorio povertà educativa, curato insieme all’impresa sociale Con i Bambini. A luglio ci siamo occupati del livello di apprendimento degli studenti italiani, sia nel confronto internazionale che in quello interno, in particolare con le distanze tra le aree periferiche, soprattutto quelle meridionali, e il resto del paese. Abbiamo inoltre affrontato la questione delle famiglie che non possono permettersi vacanze e i divari nel servizio di refezione dei nidi italiani.

Pnrr

A luglio abbiamo innanzitutto spiegato come la commissione europea verifica l’attuazione dei Pnrr negli stati membri, per poi analizzare quali scadenze sono state conseguite o meno dal governo italiano durante il primo trimestre del 2022. Abbiamo poi parlato di quali interventi sono previsti dal piano per due temi cruciali: la tutela delle risorse idriche e la digitalizzazione del paese.

Hate speech

Questo mese abbiamo parlato delle conclusioni raggiunte dall’indagine conoscitiva sui discorsi d’odio e dell’emergenza afghana, che non è finita, nonostante se ne parli di meno. Infine, ci siamo occupati della criminalità minorile tra gli stranieri – cui spesso si fa riferimento per promuovere politiche anti-immigrazione e contrarie all’estensione della cittadinanza.

Migranti

A fine mese abbiamo anche raccontato di come sia complesso ottenere i dati sui centri di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati, fondamentali per la piattaforma Centri d’Italia. Dopo un iniziale rifiuto al rilascio dei dati da parte del ministero dell’interno, il Viminale ci ha inviato i dati necessari, ma una compiuta trasparenza è ancora lontana.

Bilanci dei comuni

In questo mese abbiamo analizzato le spese dei comuni per il funzionamento delle istituzioni, che comprendono le uscite per gli organi istituzionali ma anche quelle per la comunicazione. Sono stati pubblicati anche degli approfondimenti sulle uscite per riappianare il debito pubblico delle amministrazioni, sulle spese per il soccorso civile in caso di calamità naturali e sugli importi per le risorse umane nella macchina amministrativa comunale. I dati sono pubblicati sul portale Openbilanci.

Europa

A luglio siamo tornati sulla questione abitativa, analizzando i dati relativi alle aree residenziali nei paesi membri. Ci siamo inoltre occupati del lavoro culturale e abbiamo ripreso da altre redazioni che fanno parte di Edjnet due approfondimenti, uno sulla crescente industria dei servizi cloud e l’altro sulla detenzione preventiva.

Ecologia e innovazione

Per la rubrica di ambiente questo mese abbiamo parlato dell’agricoltura biologica in Europa e delle estrazioni di materiali non energetici. Ci siamo poi soffermati su alcuni effetti del cambiamento climatico che si manifestano con particolare forza durante la stagione estiva, in particolare il caldo estremo, le ondate di calore e gli incendi.

Osservatorio Abruzzo

Per il nostro osservatorio dedicato all’Abruzzo a luglio abbiamo affrontato tre ambiti molto importanti per la vita delle comunità: i servizi per l’infanzia e gli asili nido, che vedono la regione indietro rispetto alla media nazionale, la situazione relativa alla disponibilità dell’acqua in Abruzzo e alle perdite del sistema idrico, e le potenzialità nel comparto turistico regionale offerte dal Pnrr.

Rassegna stampa

Numerose le citazioni dei media nazionali e regionali, che hanno ripreso come sempre molti nostri approfondimenti. Su La7 sono stati citati i nostri dati sul Pnrr, come anche su La Voce, Il Quotidiano di Sicilia e il Gr Parlamento. Delle questioni inerenti il governo e il parlamento hanno parlato Rai News 24, Il Mattino, Il Post, La Repubblica, Internazionale e numerosi altri media. Diverse le riprese anche per quanto riguarda le nostre rubriche dedicate all’ambiente, alla povertà educativa e alle analisi dei bilanci comunali.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.