Percentuale di residenti 15-24 che avevano la sola licenza media e non frequentavano alcun corso di studi o formazione professionale. I dati più recenti disponibili sui comuni risalgono al censimento del 2011. Sono in percentuale, quindi per aggregarli è stato necessario calcolare la mediana.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat

Abbandono scolastico
25,7%
i giovani del Sud Sardegna che hanno lasciato la scuola dopo la licenza media. Quasi due volte il dato medio nazionale.

Cultura

Tante Italie dove crescere

Dove nasci e cresci è una delle variabili che più decide le opportunità a disposizione del minore. Una serie di mappe per approfondire la condizione dei minori e i servizi loro rivolti.

Approfondisci
Esercizio #15

Asili nido

La carenza di asili nido in Campania #conibambini

La Campania è la regione italiana con la minor offerta di asili nido. Una mancanza che si aggrava a livello locale, dove alcune province registrano una copertura ancor più bassa della media regionale e la maggior parte dei comuni è totalmente priva di strutture per il servizio.

Scuola

FONTE: elaborazione openpolis su dati Invalsi (a.s. 2017/18)

Sport

La povertà educativa in Abruzzo

Rispetto alle medie nazionali, in Abruzzo si registra un maggiore calo della popolazione minorile e una più bassa percentuale di abbandoni scolastici. Abbiamo ricostruito l’incidenza di questi e altri indicatori della povertà educativa nelle province e nei comuni abruzzesi.

Approfondisci
Esercizio #20

Parole

Quali sono le cause della povertà educativa

La povertà educativa è la condizione in cui un bambino o un adolescente si trova privato del diritto all'apprendimento in senso lato, dalle opportunità culturali e educative al diritto al gioco. Povertà economica e povertà educativa si alimentano a vicenda.

Che cos’è l’abbandono scolastico

L'abbandono scolastico precoce riguarda i giovani che lasciano gli studi con la sola licenza media. Un fenomeno grave, sia per le sue cause più frequenti (disagio economico e sociale) sia per gli effetti a breve e lungo termine (difficoltà di trovare lavoro e aggravamento delle disuguaglianze).

Che cosa sono le aree interne

Le aree interne sono i territori del paese più distanti dai servizi essenziali (quali istruzione, salute, mobilità). Parliamo di oltre 4.000 comuni, con 13 milioni di abitanti, a forte rischio spopolamento (in particolare per i giovani), e dove la qualità dell'offerta educativa risulta spesso compromessa.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Miur

Esclusione

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Miur

Periferie a Roma

Fuori e dentro il raccordo

A Roma, anche come conseguenza dei prezzi delle abitazioni, le famiglie con figli piccoli tendono a concentrarsi maggiormente nelle zone a ridosso o fuori dal grande raccordo anulare.

Poveri (anche) di asili nido

Nelle zone più fragili della Capitale, la carenza di posti pubblici o convenzionati negli asili nido rischia di pesare ancora di più. Qui è probabile che siano più numerose le famiglie che non possono permettersi di accedere ai nidi privati.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat, censimento 2011

Rassegna stampa

Il Giornale
27 Aprile 2020

L’impatto della mancanza di collegamenti su scuola e studenti

La difficoltà di accedere al trasporto pubblico ha delle conseguenze specifiche per bambini e ragazzi. In particolare per quanto riguarda l’offerta scolastica, che risulta penalizzata proprio nei comuni poco collegati e lontani dai servizi: i comuni interni.
La nuova Sardegna
22 Aprile 2020

Il fenomeno dell’abbandono scolastico in Sardegna

L’abbandono scolastico riguarda i giovani che lasciano precocemente il proprio percorso di studi, con la sola licenza media. Un fenomeno che colpisce in particolare i ragazzi e le ragazze che provengono da contesti sociali difficili e da famiglie svantaggiate.
Tgr Molise
16 Aprile 2020

L’accesibilità dei musei per i minori

Il percorso educativo di bambini e ragazzi comprende opportunità anche al di fuori dalla scuola. Tra queste, i musei costituiscono un presidio culturale importante. Un’occasione per ampliare le conoscenze dei minori, per stimolarne la curiosità e il desiderio di apprendimento.

Ultimi eventi

l'Aquila
30 Gennaio 2020

La povertà educativa in Abruzzo: analisi e riflessioni

Il 30 gennaio si terrà all'Aquila un convegno sulla povertà educativa in Abruzzo, durante il quale verrà presentato il report openpolis sull'incidenza del fenomeno nelle province e nei comuni abruzzesi.
Roma
27 Settembre 2019

Empty Europe: lo spopolamento in Italia e in Europa

Il 27 settembre a Roma verrà presentato il progetto di Cafébabel, Empty Europe, sullo spopolamento nelle aree rurali. Openpolis interverrà riguardo i possibili legami tra questo fenomeno e la carenza di servizi educativi sul territorio.
Novara
17 Giugno 2019

La scuola intorno, quando la città è comunità educante

Il 17 giugno a Novara si terrà l'evento di presentazione del progetto Terzo Tempo, per il contrasto della dispersione scolastica. Openpolis interverrà presentando i dati dell'osservatorio curato insieme all'impresa sociale Con i bambini.

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.