VISUALIZZA
Articoli (95) Esercizi (6) Rassegna stampa (102) Eventi (7)

Sei milioni di profughi palestinesi necessitano di maggiore protezione Accoglienza

Viste le condizioni catastrofiche della striscia di Gaza, la corte di giustizia dell'Ue ha affermato che la protezione dell'Unrwa non basta più e che i palestinesi potranno richiedere lo status di rifugiati. L'Europa potrà decidere se seguire il modello virtuoso applicato agli ucraini.

La propaganda dell’emergenza sulla pelle dei migranti

I dati sono un ottimo modo per analizzare fenomeni, raccontare storie e valutare pratiche politiche. Con Numeri alla mano facciamo proprio questo. Una rubrica settimanale di brevi notizie, con link per approfondire. Il giovedì alle 7 in onda anche su Radio Radicale. Leggi “La propaganda dell’emergenza migranti e i numeri degli arrivi nel 2023“ Ascolta […]

La propaganda dell’emergenza migranti e i numeri degli arrivi nel 2023 Migranti

Nel corso dell'anno appena terminato si è parlato più volte di "sbarchi record". Ma nel paese hanno fatto ingresso meno persone rispetto al triennio 2014-2016, mentre il fenomeno migratorio continua ad essere affrontato con un approccio emergenziale e del tutto inadeguato.

Il nuovo Patto sulle migrazioni chiude le frontiere dell’Europa Migranti

I cinque pilastri dell'accordo non toccano i cardini del regolamento di Dublino. In compenso, sembrano voler inasprire le norme volte all'esclusione delle persone migranti dal vecchio continente, minacciando i loro diritti fondamentali. Un'analisi di un patto definito "storico".

Le seconde generazioni e l’inclusione dei cittadini stranieri Migrazioni

L'emergere delle seconde generazioni è un sintomo di integrazione degli stranieri, che scelgono di costruirsi una vita nel paese ospitante. Tuttavia spesso anche chi è nato in Europa deve acquisire la cittadinanza. Solo in 4 paesi il tasso di naturalizzazione supera il 5%.

La chiusura delle frontiere interne mostra le debolezze dell’area Schengen Migranti

Undici paesi europei, compresa l’Italia, hanno reintrodotto i controlli sulle rispettive frontiere interne. Viene così minata la libera circolazione nell’area Schengen, normata da un regolamento mutato più volte negli anni.

Il governo investe nei centri di permanenza per il rimpatrio Numeri alla mano

I dati sono un ottimo modo per analizzare fenomeni, raccontare storie e valutare pratiche politiche. Con Numeri alla mano facciamo proprio questo. Una rubrica settimanale di brevi notizie, con link per approfondire. Il giovedì alle 7 in onda anche su Radio Radicale. Leggi “Il governo Meloni investe sulla detenzione dei migranti“. Ascolta il nostro podcast […]

Il governo Meloni investe sulla detenzione dei migranti Migranti

Negli ultimi mesi sono state numerose le novità sui centri di permanenza per il rimpatrio: più fondi, tempi di detenzione più lunghi, e una cauzione per chi vuole evitarli. Una scelta politica costosa e orientata all'esclusione.

La stretta del governo sui minori stranieri non accompagnati Migranti

Il governo ha varato nuove misure in materia di accoglienza, introducendone di più dure per i Msna. Le politiche che riguardano i minori sono sempre un tema delicato ma in questo caso non è nemmeno chiaro come questo possa aiutare a gestire i flussi.

L’Europa torna a litigare sui migranti ma la ricerca di un colpevole non aiuta Migranti

Con l'aumento del numero di sbarchi gli stati membri dell'Unione europea tornano ad accusarsi reciprocamente. In questo contesto e con le elezioni europee alle porte il lavoro della commissione per promuovere nuove regole appare sempre più difficile.