Di cosa ci siamo occupati a: giugno 2022 Fondazione openpolis

Questo mese ci siamo occupati, tra i vari temi, dell’assegnazione al sud del 40% delle risorse del Pnrr e di alcuni fenomeni che stanno avendo un impatto sulle migrazioni, come la crisi alimentare e la siccità. Abbiamo poi fatto un bilancio della nostra attività di monitoraggio in Abruzzo.

|

L’appuntamento mensile per aggiornare lettori, community e sostenitori sulle nostre iniziative. Un modo per raccontare meglio e di più le attività della fondazione openpolis.

Governo e parlamento

Questo mese siamo tornati ad occuparci del tema dei cambi di gruppo in parlamento. Fenomeno che ha registrato un’impennata nelle ultime settimane a causa della “scissione” nel Movimento 5 stelle guidata da Luigi Di Maio. Siamo poi tornati ad occuparci di “atti Covid” dato che, nonostante la fine dello stato di emergenza, il nostro paese non è ancora uscito definitivamente dalla pandemia. Abbiamo poi visto che cosa si intende per debito pubblico e quali sono i compiti dell’ufficio parlamentare di bilancio.

Mappe del potere

A inizio giugno, subito prima delle elezioni amministrative, abbiamo dedicato un articolo a questo tema analizzando alcuni dati relativi ai comuni al voto. Successivamente siamo tornati sul tema della cybersicurezza, in occasione della pubblicazione della strategia nazionale. Infine abbiamo approfondito una dinamica relativa all’attuazione del Pnrr, ovvero l’obbligo per ciascuna organizzazione titolare di destinare almeno il 40% delle risorse al mezzogiorno. Nello specifico abbiamo verificato se quest’obbligo fosse rispettato o meno dai ministri di alcuni partiti, in particolare Lega e Partito democratico.

Povertà educativa

Proseguono gli approfondimenti dell’osservatorio povertà educativa, curato insieme all’impresa sociale Con i Bambini. Questo mese ci siamo occupati dell’impatto del lavoro minorile nel mondo e nel nostro paese, e del ritorno all’aumento dei minori stranieri non accompagnati in seguito alla guerra in Ucraina. Abbiamo inoltre approfondito come le famiglie con figli siano più esposte alla povertà e il tema dell’accesso all’istruzione prescolare.

Pnrr

Anche a giugno sono proseguite le nostre analisi sullo stato di avanzamento del piano nazionale di ripresa e resilienza. Questo mese in particolare ci siamo occupati del ruolo delle organizzazioni titolari nel conseguimento delle scadenze. Abbiamo poi visto come si distribuiscono le risorse sui territori, anche se i dati disponibili su questo fronte sono ancora pochi. Il tema della mancanza di dati affidabili continua ad essere molto pressante, tanto che abbiamo inviato al governo una nuova richiesta affinché diffonda una maggiore quantità di informazioni. Infine abbiamo visto che non tutti i ministeri sono stati in grado di far rispettare la regola che prevede l’assegnazione di almeno il 40% delle risorse al mezzogiorno.

Hate speech

Abbiamo fatto il punto sugli sbarchi di migranti sulle coste italiane nei primi mesi dell’anno, rilevando un aumento rispetto al 2021, tuttavia non paragonabile rispetto agli arrivi degli anni passati. Ci siamo poi soffermati sul rapporto tra immigrazione e criminalità, spesso associate semplicisticamente, e sulla crisi alimentare in corso, ulteriormente aggravata dal conflitto in Ucraina. Infine, abbiamo parlato di alcune recenti proposte di legge che espandono i diritti – Ius soli, Ddl Zan e fine vita – e della fatica che il parlamento ha dimostrato ad approvarle.

Bilanci dei comuni

In questo mese abbiamo ultimato l’analisi di alcune voci di bilancio dei comuni al voto amministrativo di giugno con un approfondimento sulle entrate per tasse e imposte. Abbiamo inoltre parlato delle spese per i servizi cimiteriali nel primo anno della pandemia, gli incassi da trasferimenti da amministrazioni pubbliche e le uscite per reti e altri servizi di pubblica utilità. I dati sono pubblicati sul portale Openbilanci.

Europa

A giugno siamo tornati sul tema del diritto all’abitazione, analizzando il fenomeno della povertà energetica e il costo delle case, per proprietari e affittuari. Ci siamo poi soffermati sulla cosiddetta “sottoccupazione“, ovvero la condizione in cui si lavora meno di quanto si desidererebbe – un fenomeno in Europa diffuso soprattutto tra le donne. Siamo poi ritornati a parlare di prigioni, facendo una comparazione tra il periodo dell’emergenza sanitaria e quello successivo, e abbiamo spiegato cos’è l’economia non osservata.

Ecologia e innovazione

Questo mese ci siamo occupati dei fondi Pnrr destinati alla mobilità sostenibile, sia quella ciclistica che quella dei trasporti pubblici. Siamo tornati anche a parlare di cambiamento climatico, in particolare dei suoi costi economici e del preoccupante fenomeno della siccità.

Osservatorio Abruzzo

Tre le uscite nel mese di giugno per quanto riguarda il nostro osservatorio territoriale sull’Abruzzo. Ci siamo occupati della sanità territoriale e della biodiversità, anche in prospettiva degli investimenti nel Pnrr. Inoltre abbiamo pubblicato un articolo con un bilancio dei primi 6 mesi di attività, in ottica dell’evento di presentazione dell’osservatorio organizzato all’Aquila il 29 giugno.

Rassegna stampa

Come al solito numerose le riprese dei media italiani e regionali rispetto ai nostri approfondimenti. Molto spazio è stato dedicato al monitoraggio sul Pnrr (tra gli altri dal Manifesto e Il Fatto). Sempre sul Pnrr da segnalare una puntata di Report (Rai 3) realizzata in collaborazione con Openpolis. Il filone sulla povertà educativa è stato citato da molti media, tra cui Radio 3, Repubblica, Stampa e Corriere della Sera. Altri organi di stampa ci hanno poi citato in tema di ambiente, bilanci dei comuni, disparità di genere e sui cambi di gruppo in parlamento.

 

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.