Partner

Nell’ambito dei servizi ausiliari all’istruzione, la raggiungibilità delle strutture scolastiche rappresenta un elemento cruciale. La possibilità per gli studenti di andare a scuola utilizzando mezzi di trasporto alternativi all’auto privata, a partire dal trasporto pubblico, ha infatti una serie di implicazioni per un territorio.

In primo luogo, costituisce un indicatore indiretto del livello di collegamenti disponibili, un fattore centrale soprattutto per le aree del paese interne o montane.

49,8% dei residenti tra 6 e 18 anni in Liguria abita in un comune classificato come montano.

I motivi per potenziare i collegamenti casa-scuola sono molteplici.

Ci sono poi ragioni di sostenibilità ambientale: uno degli aspetti che più impatta sulla qualità dell’aria e sull’ambiente è infatti il mezzo di trasporto utilizzato per spostarsi. Da questo punto di vista, l’uso dell’auto privata è sicuramente meno sostenibile rispetto al trasporto di massa, come treni, autobus, tram e metropolitane.

Il report in formato pdf

La presenza di collegamenti casa-scuola, inoltre, costituisce un servizio fondamentale per le famiglie che non dispongono di un mezzo proprio o del tempo necessario per accompagnare i figli tutti i giorni. Infine, una rete di trasporti funzionanti può avere anche un impatto educativo positivo, ad esempio rispetto alla frequenza scolastica dei minori. La mancanza di collegamenti per arrivare a scuola rischia infatti di alimentare, nel lungo periodo, fenomeni come la dispersione scolastica.

Interruzioni o ritardi nel percorso di studio, abbandono scolastico, evasione dell’obbligo di frequenza sono fenomeni di dispersione scolastica. Vai a "Che cos’è l’abbandono scolastico"

In base ai dati relativi al 2018, in Italia sono 34.531 gli edifici scolastici statali raggiungibili con mezzi alternativi a quello privato. Cioè l’86% degli oltre 40mila edifici presenti nel nostro paese. Una quota che in Liguria risulta ancora superiore. In questa regione infatti la percentuale di scuole collegate arriva al 96,7%.

I dati mostrano la percentuale di edifici scolastici raggiungibili da almeno un mezzo di trasporto collettivo (urbano, scolastico o interurbano) sul totale degli edifici scolastici statali.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Miur
(ultimo aggiornamento: mercoledì 4 Marzo 2020)

Un dato molto elevato nel contesto nazionale, che colloca la regione al 5° posto in Italia. Tutte le province che compongono la Liguria, inoltre, superano di 10 punti o più la media italiana. In particolare il territorio provinciale di Imperia, con il 98,6% di edifici scolastici raggiunti da almeno un mezzo alternativo all'auto privata. Seguono La Spezia (97,4%), Savona (96,3%) e Genova (95,9%).

4 su 4 le province liguri con più scuole raggiungibili con i mezzi pubblici rispetto alla media nazionale.

Anche la città metropolitana, pur con un dato inferiore rispetto alla media regionale, si colloca quindi ampiamente al di sopra del dato nazionale. Ma, come approfondito nei capitoli precedenti, le differenze nel territorio ligure spesso sono da ricondurre anche alle caratteristiche morfologiche del territorio, come la litoraneità e la montanità. Aspetti che possono essere valutati solamente comune per comune.

Imperia

Con una quota di scuole raggiungibili sul proprio territorio che sfiora la totalità, la provincia di Imperia è il territorio ligure con più edifici scolastici raggiunti da almeno un mezzo alternativo a quello privato.

Nelle città maggiori della provincia tutte le scuole sono raggiungibili con mezzi pubblici.

In media poco meno del 99% delle scuole presenti risulta raggiungibile. Tendenza che si riscontra anche a livello comunale. Tra le città maggiori, si possono infatti citare il 100% di Sanremo (33 edifici scolastici statali su 33 collegati con almeno un mezzo alternativo all'auto). E la stessa quota si riscontra nel capoluogo, nonché a Ventimiglia, Taggia, Bordighera, Vallecrosia, Diano Marina, Camporosso, Ospedaletti e San Bartolomeo al Mare.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Miur
(ultimo aggiornamento: mercoledì 4 Marzo 2020)

In sintesi, nelle 10 città con più residenti dell'imperiese, tutte le scuole risultano collegate con mezzi alternativi all'auto privata.

27 su 27 gli edifici scolastici statali raggiungibili con mezzi pubblici nel comune di Imperia.

Le uniche eccezioni, tra i comuni che hanno almeno una scuola statale sul proprio territorio, sono Ceriana (2 edifici presenti, 1 collegato) e Civezza (1 edificio non collegato).

Occorre segnalare, tuttavia, come circa il 40% dei comuni dell’imperiese non abbia scuole statali. Nello specifico, non ci sono istituti soprattutto nei comuni più distanti dai poli maggiori.

I comuni che distano meno di 20 minuti dal polo più vicino si definiscono “cintura”; quelli che distano oltre 20 minuti rientrano nelle aree interne e possono essere intermedi (tra 20 e 40 minuti), periferici (tra 40 e 70 minuti), ultraperiferici (oltre 70 minuti). Vai a "Che cosa sono le aree interne"

Quasi mille bambini e ragazzi vivono in piccoli comuni senza scuole, ciò rafforza la necessità di collegamenti sul territorio.

In particolare si tratta del 23% di quelli classificati come cintura (l'hinterland della città polo), del 69% di quelli intermedi e di quasi l'80% di quelli periferici. Complessivamente nei comuni senza scuole vivono poco meno di mille bambini e ragazzi tra 6 e 18 anni, ovvero il 4% circa dei residenti di quell'età nella provincia.

Ciò a maggior ragione rende ancora più centrale il tema dei collegamenti sul territorio, dal momento che quasi la metà di questi giovani vive in aree interne.

Genova

Nella città metropolitana di Genova, poco meno del 96% degli edifici scolastici risulta collegato con mezzi pubblici.

Una quota che supera di quasi 10 punti la media nazionale, ma che comunque mostra una variabilità sul territorio. Nella maggioranza dei comuni della ex provincia, tutti gli edifici scolastici risultano raggiungibili con almeno un mezzo di trasporto pubblico.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Miur
(ultimo aggiornamento: mercoledì 4 Marzo 2020)

210 su 219 gli edifici scolastici statali raggiungibili con mezzi pubblici nel comune di Genova.

In 6 delle 10 città maggiori tutte le scuole sono collegate con mezzi alternativi all'auto privata.

Il capoluogo quindi si colloca quasi perfettamente in linea con la media della provincia. Tra gli altri comuni più popolosi, Rapallo si attesta su quota 90%, mentre percentuali superiori si raggiungono a Chiavari (95,2%), nonché a Sestri Levante, Lavagna, Arenzano, Recco, Cogoleto e Serra Riccò (tutte con il 100% di scuole raggiungibili).

In un solo comune della città metropolitana (Crocefieschi) l'unico edificio scolastico presente non risulta raggiunto dal trasporto pubblico. Mentre sono 9 i comuni senza edifici scolastici statali.

In questi territori vive una minoranza alla popolazione scolastica potenziale (i residenti tra 6 e 18 anni): meno di 200 bambini e ragazzi sui quasi 90mila residenti di quell'età.

0,2% dei residenti tra 6 e 18 anni della città metropolitana di Genova vive in un comune senza edifici scolastici statali.

Una quota sicuramente molto inferiore rispetto a quanto rilevato per Imperia (dove superava il 4%). Allo stesso tempo, l'importanza del trasporto pubblico comunque non viene meno: di questi 9 comuni infatti, 2 sono intermedi e 6 sono periferici.

Scarica, condividi e riutilizza i dati

I contenuti dell'Osservatorio povertà educativa #conibambini sono realizzati da openpolis con l'impresa sociale Con i Bambini nell'ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Mettiamo a disposizione in formato aperto i dati utilizzati nell'articolo. Li abbiamo raccolti e trattati così da poterli analizzare in relazione con altri dataset di fonte pubblica, con l'obiettivo di creare un'unica banca dati territoriale sui servizi. Possono essere riutilizzati liberamente per analisi, iniziative di data journalism o anche per semplice consultazione. I dati sulla raggiungibilità con mezzi pubblici degli edifici scolastici statali sono di fonte Miur. Dati non disponibili per il Trentino Alto Adige.

Per conoscere quante scuole sono raggiunte da mezzi pubblici nel tuo territorio, clicca sulla casella Cerca… e digita il nome del tuo comune. Puoi cambiare l’ordine della tabella cliccando sull’intestazione delle colonne.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Miur
(ultimo aggiornamento: mercoledì 4 Marzo 2020)

Foto credits: Flickr XanderFish - Licenza

PROSSIMA PARTE
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.