Le famiglie che non possono permettersi vacanze Numeri alla mano

|

I dati sono un ottimo modo per analizzare fenomeni, raccontare storie e valutare pratiche politiche. Con Numeri alla mano facciamo proprio questo. Una rubrica settimanale di brevi notizie, con link per approfondire. Il giovedì alle 7 in onda anche su Radio Radicale. Leggi “Troppe famiglie con figli non possono permettersi le vacanze“.

71%

i casi di problemi comportamentali tra i minori sopra i 6 anni riscontrati nel corso della ricerca condotta dall’università di Harvard. Come ogni anno, l’estate rappresenta un momento di svago per bambini e ragazzi, che quest’anno si inserisce in una fase particolare. Il periodo estivo arriva infatti a conclusione dei prolungati periodi di chiusura dovuti al Covid e alle conseguenti chiusure delle scuole. Con i minori che, ormai da un anno e mezzo, vivono in una situazione estremamente difficile. Le ricerche più recenti stanno infatti indagando gli effetti anche psicologici del Covid sui più giovani. Rilevando spesso sintomi quali ansia, disturbi del sonno, irritabilità e regressione seguiti alle limitazioni degli spostamenti. Vai all’articolo.

49,4%

le famiglie con almeno 3 figli minori che non possono permettersi una settimana di ferie in un anno. Nel contesto dell’emergenza la possibilità di trascorrere alcuni giorni lontano da casa diventa ancora più importante. Purtroppo però sono molti i nuclei familiari che non possono permettersi vacanze. Già prima dell’emergenza, nel 2019, circa il 37% delle famiglie con un solo figlio minore dichiarava di non potersi permettere una settimana di ferie nell’arco di un anno. Quota che sale al 41% con due figli e che sfiora il 50% in presenza di 3 o più figli. Vai al grafico.

1 su 2

le famiglie monogenitoriali che non possono permettersi una settimana di ferie in un anno. Sono infatti soprattutto alcune tipologie familiari ad essere più in difficoltà. Tra le giovani coppie senza figli, circa il 35% non può permettersi vacanze. In presenza di almeno un figlio minore, la quota sale al 37,1%. Ma sono in particolare le famiglie monogenitoriali a dover rinunciare più spesso alle vacanze. Nel 2019, il 48,7% dei nuclei con un solo genitore e almeno un figlio minore ha dichiarato di non potersi permettere una settimana all’anno lontano da casa. Vai al grafico.

6

punti di divario tra la quota di famiglie monogenitoriali che non possono permettersi vacanze (48,7%) e la media dei nuclei familiari (42,7%). Le famiglie monogenitoriali, come abbiamo già avuto modo di raccontare, hanno come persona di riferimento in massima parte madri sole, in quasi 9 casi su 10. E sono state nell’ultimo decennio tra quelle più esposte alla crisi, in alcuni casi anche perché meno inserite in reti sociali e familiari. Un rischio che in questa fase è diventato ancora più grande, con una crisi occupazionale che nei mesi scorsi ha colpito in misura particolare donne e giovani. Vai al grafico.

1,6%

l’incidenza delle famiglie monogenitoriali giovani (genitore sotto i 35 anni) a Napoli. Tra le città maggiori sono Napoli e Roma ad avere l’incidenza maggiore di nuclei con un solo genitore sotto i 35 anni. In particolare il capoluogo campano è primo tra i comuni con oltre 500mila abitanti. Un dato che va letto insieme ad un altro: Napoli – nello scorso censimento generale – era anche il capoluogo di provincia con più famiglie con figli in disagio: 9,5%, seguita da Catania (7,8%), Palermo (7,3%) e Crotone (7%). Vai alla mappa.

Ascolta il nostro podcast su Radio Radicale

Read more

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.