La struttura e il funzionamento del ministero dell’interno Numeri alla mano

|

I dati sono un ottimo modo per analizzare fenomeni, raccontare storie e valutare pratiche politiche. Con Numeri alla mano facciamo proprio questo. Una rubrica settimanale di brevi notizie, con link per approfondire. Il giovedì alle 7 in onda anche su Radio Radicale. Vai all’articolo “Com’è organizzato il ministero dell’interno“.

5

I dipartimenti di cui è composta l’amministrazione centrale del ministero dell’interno: il dipartimento per gli affari interni e territoriali, il dipartimento della pubblica sicurezza, il dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione, il dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile e il dipartimento per l’amministrazione generale. Vai all’articolo.

7

i prefetti al vertice politico e amministrativo del ministero. Al vertice di ciascuno dei 5 dipartimenti infatti deve necessariamente essere posto un funzionario con la qualifica di prefetto. Lo stesso vale per il capo di gabinetto del ministro. In questo particolare momento poi anche la stessa ministra viene da una lunga carriera prefettizia. Vai al grafico.

3

le articolazioni periferiche del ministero: le prefetture, cioè gli Uffici territoriali del governo (Utg), le questure, ovvero le strutture responsabili della pubblica sicurezza sul territorio e le direzioni regionali e i comandi provinciali dei vigili del fuoco. Vai all’articolo.

1.411

i funzionari di carriera prefettizia presenti nella dotazione organica del ministero dell’interno. L’amministrazione generale del ministero è retta però anche da molti funzionari civili, tuttavia questi non possono ricoprire gli incarichi di vertice riservati al personale della carriera prefettizia. Vai al grafico.

€ 30,9 mld

il bilancio di competenza previsto per il ministero dell’interno nel 2022. Al dipartimento per gli affari interni e territoriali sono destinate oltre la metà delle risorse (53,58%), ovvero 16,5 miliardi. Questo principalmente a causa dei fondi che da questo dipartimento sono erogati agli enti locali. Il secondo dipartimento in ordine di spesa è quello della pubblica sicurezza, che tra le altre cose finanzia l’attività della polizia di stato, con 8,6 miliardi (27,86%). A seguire il dipartimento dei vigili del fuoco, con 2,9 miliardi (9,31%), quello delle libertà civili e l’immigrazione, 1,9miliardi (6,21%) e quello dell’amministrazione generale, 900 milioni (2,92%). Vai al grafico.

Ascolta il nostro podcast su Radio Radicale

Read more

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.