La spesa per l’istruzione nel bilancio dello stato

L’ambizioso piano nazionale di ripresa e resilienza prevede investimenti sulle infrastrutture, materiali e immateriali, del paese. Tra questi, uno degli aspetti cruciali su cui intervenire è il sistema educativo, con l’obiettivo di colmare le carenze e i divari che oggi gravano su di esso.

|

Il Quotidiano del Sud 30 Agosto 2021

Il Quotidiano del Sud dedica ancora un articolo ai divari tra settentrione e meridione d’Italia sugli investimenti per l’istruzione e l’educazione. Nel farlo cita il nostro approfondimento sulla spesa per questo ambito dedicata nel bilancio dello stato.

Nelle scorse settimane, il servizio del bilancio del senato ha pubblicato una serie di documenti sul bilancio dello stato per il triennio 2021-2023. La loro lettura consente alcune prime valutazioni sulla direzione del sistema di istruzione negli anni a venire, a partire dalla necessità di prevedere investimenti nel miglioramento dell’edilizia scolastica.

Impiegare adeguatamente le risorse europee del next generation Eu, infatti, è la sfida che caratterizzerà i prossimi mesi e anni, nell’ambito del piano nazionale ripresa e resilienza (Pnrr).

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.