Gli organi presieduti dal presidente della repubblica

Il capo dello stato presiede il consiglio superiore della magistratura e il consiglio supremo di difesa, due organi costituzionali di fondamentale importanza.

Nonostante il presidente della repubblica sia il capo dello stato, non presiede il consiglio dei ministri come invece succede nei paesi con forme di governo presidenziali. Infatti nel nostro ordinamento il presidente non è il vertice del potere esecutivo ma dello stato nel suo complesso. La costituzione prevede però che il presidente presieda il vertice del potere giudiziario, il consiglio superiore della magistratura (Csm), e il consiglio supremo di difesa.

1. Il Presidente della Repubblica è il capo dello Stato e rappresenta l’unità nazionale. […]
9. Ha il comando delle Forze armate, presiede il Consiglio supremo di difesa
10. Presiede il Consiglio superiore della magistratura.

Il consiglio superiore della magistratura

Il Csm è l’organo di autogoverno della magistratura. Visto che il presidente della repubblica non rappresenta né il vertice del potere esecutivo né tanto meno di quello legislativo potrebbe sorprendere che la costituzione gli attribuisca la presidenza del Csm. In realtà la presidenza del capo dello stato ha proprio la funzione di garantire l’autonomia e l’indipendenza della magistratura dal potere legislativo e da quello esecutivo.

L’articolo 104 della costituzione ne disciplina la composizione a grandi linee. A parte il ruolo del presidente della repubblica questo articolo stabilisce che siano componenti di diritto del consiglio anche il primo presidente e il procuratore generale della Corte di cassazione. Ci sono poi 24 membri elettivi (legge n. 44/2002) eletti per due terzi da tutti i magistrati ordinari (componenti togati), e per un terzo dal parlamento in seduta comune (componenti laici). Il membri elettivi durano in carica 4 anni e non possono essere rieletti immediatamente.

Visto che a presiedere il consiglio è il capo dello stato la costituzione prevede che il consiglio elegga un vicepresidente. Questo deve essere scelto tra i componenti laici, esercita tutte le funzioni che il presidente gli attribuisce e lo sostituisce in caso di impedimento.

Se al Csm è attribuita l’amministrazione della giustizia, è al ministero della giustizia che spetta l’organizzazione e il funzionamento dei servizi relativi (articolo 110 della costituzione). È al consiglio che spetta di decidere sulle azioni disciplinari interne al potere giudiziario mentre il ministro può al massimo promuoverle. Al contrario il Csm  esprime pareri sui disegni di legge  in materia di ordinamento giudiziario e amministrazione della giustizia, ma questi non sono vincolanti.

Il consiglio supremo di difesa

Il consiglio supremo di difesa è l’organo preposto all’esame dei problemi generali relativi alla sicurezza e alla difesa nazionale. È presieduto dal presidente della repubblica e partecipano ai suoi lavori il presidente del consiglio e i ministri degli esteri, difesa, interno, finanze e sviluppo economico oltre che il capo di stato maggiore della difesa. Per prassi partecipano anche il sottosegretario di stato alla presidenza del consiglio, il segretario generale del Quirinale ed il segretario del consiglio supremo di difesa. Possono poi essere invitati altri ministri, vertici della difesa o altre persone che abbiano competenze rispetto ai temi in discussione.

È in questa sede che il presidente della repubblica viene informato sulle questioni di sicurezza e difesa dai vari organi dello stato, in modo da poter esercitare le sue funzioni di garanzia e controllo. Inoltre questa è la sede in cui i vari organi si coordinano dando una linea coerente alla politica di sicurezza.

 

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.