I nomi per il Quirinale e gli incarichi che hanno ricoperto

Alcune delle figure considerate nel dibattito come possibili candidati alla carica di presidente della repubblica e gli incarichi istituzionali più importanti che hanno ricoperto nel corso della loro carriera

Tra le persone considerate nel dibattito pubblico come possibili candidati al Quirinale 4 hanno ricoperto o stanno ricoprendo il ruolo di presidente del consiglio: Draghi, Amato, Berlusconi e Gentiloni. Molti altri hanno ricoperto diversi incarichi di governo, come ministri o sottosegretari.

Quasi tutti hanno svolto almeno un mandato in un’aula parlamentare e in 3 la hanno presieduta: Maria Elisabetta Alberti Casellati è attualmente presidente del senato, mentre Marcello Pera ha ricoperto questo incarico tra il 2001 e il 2006. Nello stesso periodo il presidente della camera era Pier Ferdinando Casini.

Tre infine sono stati giudici della corte costituzionale (Amato, Cassese e Cartabia) e vari altri hanno ricoperto incarichi comunque importanti nell’ordinamenti italiano.

Sono stati considerati gli incarichi di governo, quelli parlamentari presso la camera, il senato e il parlamento europeo, quelli presso la corte costituzionale e alcuni altri importanti ruoli istituzionali svolti dai possibili candidati al Quirinale. Non sono stati considerati gli incarichi di ministro ad interim ricoperti dai presidenti del consiglio in carica. In alcuni casi il numero di incarichi parlamentari è particolarmente alto perché l’incompatibilità tra il ruolo di parlamentare nazionale ed europeo è stata introdotta solo a partire dal 2004. La categoria “Altri incarichi istituzionali” include gli incarichi di: presidente della repubblica (ricoperto da Mattarella), presidente di Agcm (Amato), componente del Consiglio superiore della magistratura (Casellati), governatore della Banca d’Italia, presidente della Banca centrale europea (Draghi), commissario europeo (Gentiloni e Bonino), presidente Rai, sindaco e vicepresidente di regione (Moratti).

FONTE: openpolis
(ultimo aggiornamento: martedì 11 Gennaio 2022)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.