L’edilizia scolastica e i fondi del Pnrr

L’emergenza Covid ha messo a nudo criticità latenti da anni per il sistema educativo. L’edilizia scolastica è in qualche modo la cartina al tornasole di questo tipo di problemi di lungo periodo. Si tratta di un problema da affrontare anche alla luce dell’impiego dei fondi del Pnrr.

|

La Stampa 14 Novembre 2021

Su La Stampa viene ripreso il nostro studio “La condizione dell’edilizia scolastica e la sfida del Pnrr“, realizzato in collaborazione con l’impresa sociale Con i bambini, nell’ambito dei nostri speciali sulla povertà educativa in Italia.

La messa in sicurezza e riqualificazione dell’edilizia scolastica è uno degli interventi indicati nel piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Per questo gli stanziamenti per l’edilizia scolastica statale sono destinati ad aumentare nel corso dei prossimi anni, con un incremento di risorse che sarà fondamentale monitorare alla luce degli obiettivi del Pnrr.

La Stampa si concentra sulla condizione degli edifici scolastici in Piemonte. Rispetto alla anzianità del patrimonio scolastico, infatti, spiccano i dati della regione, dove circa 4 edifici su 10 sono classificati come vetusti, mentre la quota si attesta sotto al 10% in altri territori, come Campania e Toscana.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.