Le elezioni regionali sono le più difficili per le donne

Alcuni meccanismi sembrano essere particolarmente efficaci nello spingere in su la percentuale di donne candidate ed elette mentre la disomogeneità normativa delle regioni porta a risultati altalenanti.

|

L'inkesta 13 Aprile 2019

Con le elezioni europee tutti i partiti hanno avanzato molte candidature femminili, d’altra parte il sistema elettorale europeo è stato il primo ad inserire chiare regole per favorire la parità di genere.

Un articolo de L’inkiesta riprende però il nostro dossier “Trova l’intrusa 2018” dove avevamo analizzato fra le altre cose l’indice di successo delle donne nelle varie tornate elettorali. Dalla nostra analisi emerge come i consigli regionali sono le istituzioni elettive dove è minore l’indice di successo di una candidata donna. Si tratta infatti dello 0,47 contro l’1 del parlamento europeo e l’1,07 della camera dei deputati

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.