L’attività legislativa nel mese di giugno

L’attività legislativa del parlamento a giugno è stata monopolizzata dai decreti del governo. Il mese era infatti iniziato con ben tre diversi provvedimenti in scadenza, di cui due particolarmente complessi e controversi.

|

Il Mattino 8 Luglio 2019

Il Mattino ha ripreso dati e analisi del nostro approfondimento dell’Osservatorio legislativo sull’attività di governo e parlamento nel mese di giugno “Decreti legge, quando lo straordinario diventa l’ordinario“.

La decisione di rinviare a dopo le elezioni europee sia la deliberazione di nuovi provvedimenti che l’approvazione finale di quelli già presenti in aula ha portato a un accumulo di decreti legge da approvare.

Come conseguenza giugno è iniziato con la certezza che il tempo di camera e senato sarebbe stato monopolizzato dalla conversione in legge dei decreti del governo, e così è stato. L’attività legislativa del parlamento sta seguendo delle dinamiche cicliche. Mesi scarichi in cui il governo presenta nuovi decreti, si alternano a mesi densi in cui i tanti decreti devono essere convertiti in legge.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.