VISUALIZZA
Articoli (26) Numeri (22) Parole (2) Rassegna stampa (33)

I decreti legge continuano a monopolizzare l’attività di governo e parlamento Osservatorio legislativo

A gennaio sono stati presentati altri 3 decreti legge, con i 2 di dicembre arriviamo così a quota 5 in soli 2 mesi. Per il resto il parlamento ha votato solo ratifiche di trattati internazionali.

La mancanza di trasparenza nelle nomine pubbliche, il caso Istat Governo Conte

A luglio dello scorso anno sono iniziate le procedure per trovare il sostituto di Alleva. Ma il processo è stato poco trasparente.

La regolamentazione incompiuta delle lobby in parlamento Portatori di interesse

Nella scorsa legislatura la camera, sotto la presidenza Boldrini, introdusse un registro per le lobby. Un primo tentativo (deludente) che comunque rappresentava un inizio. Che intenzioni hanno i presidenti Fico e Casellati?

Di Maio, cosa è successo al registro per la trasparenza del Mise? Lobby

Nel 2016 l'ex ministro Calenda lanciò un sito per rendere più trasparente il lavoro delle lobby. Dall'inizio della gestione Di Maio l'agenda degli incontri con i portatori d'interesse non è più aggiornata. Perché?

Le nuove regole sulle fondazioni politiche sono poco chiare Think tank

Il ddl anticorruzione norma per la prima volta il mondo di think tank e fondazioni politiche. Alcune cose non tornano: dai parametri scelti a chi dovrà monitorare, passando per i poco chiari obblighi di trasparenza.

Semestre giallo-verde, 5stelle e Lega alla prova dei fatti Governo Conte

Da un governo che monopolizza la produzione legislativa a un parlamento sempre più messo in secondo piano, sembra che il tanto rivendicato cambiamento dall’attuale governo sia stato disatteso.

La partita per la legge di bilancio è appena iniziata Attuazione

Trovato l'accordo politico, la via per l'implementazione della manovra è ancora lunga. Tra disegni di legge collegati, e decreti attuativi i nodi da sciogliere saranno tanti.

A che punto siamo con la legge di bilancio Scadenze

Alla camera è stata votata la fiducia, ma il testo è ben lontano dall'essere definito. A Montecitorio, dove la manovra dovrà tornare, ora spazio al decreto fiscale.

Ecco perché il Global Compact conviene all’Italia Cooperazione

L'accordo che sarà presentato a Marrakesh non lede la sovranità nazionale e conviene all'Italia. Intervista ad Andrea Stocchiero, esperto migrazioni di Concord.

La prima (problematica) doppia fiducia del governo Conte Leggi

Anche alla camera il governo ha posto e ottenuto la fiducia sul decreto sicurezza e immigrazione. È la prima volta che lo strumento viene utilizzato per entrambi rami sullo stesso provvedimento.

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.