La crisi ucraina e i centri di accoglienza per rifugiati

È online la prima piattaforma in Italia che monitora tutti i centri di accoglienza nel paese. Proprio del sistema straordinario dell’accoglienza ha parlato Il Manifesto, citando i nostri dati, e in relazione alla grave crisi di profughi provenienti dall’Ucraina.

|

Il Manifesto 13 Marzo 2022

In un articolo intitolato “Arrivano gli ucraini: l’accoglienza resta emergenziale, si mobilitano le famiglie“, Il Manifesto cita il nostro progetto Centri d’Italia, che monitora tutte le strutture per rifugiati e richiedenti asilo in Italia.

In particolare, il quotidiano si concentra sulle strutture straordinarie. Con il dimezzamento di sbarchi e ospiti, negli ultimi anni si sarebbe potuto andare verso un sistema ordinario e pubblico, ma ciò non è avvenuto.

Ancora oggi, infatti, quasi 7 persone su 10 sono accolte nei centri di accoglienza straordinari (Cas), nonostante non ci sia alcuna emergenza.

Questo fattore determina conseguenze negative anche per i diritti delle persone accolte e per i servizi nelle strutture.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.