I decreti attuativi e il recovery plan

Nel nostro paese il processo legislativo è lungo e complesso. Comunemente si pensa solo al lavoro svolto da governo e parlamento ma l’approvazione di una norma da parte delle camere non ne conclude necessariamente l’iter, ma ci sono altre partite in gioco, come i cosiddetti decreti attuativi.

|

Sky Tg24 21 Settembre 2021

In un articolo dedicato alle riforme necessarie per ottenere i soldi del piano nazionale di ripresa e resilienza, sul sito web di SkyTg24 si cita il nostro articolo “Attuazioni, ministeri in difficoltà nel rispetto degli obiettivi“.

Il governo Draghi sta ponendo grande attenzione al tema dei decreti attuativi. Ciò ha portato ad una significativa riduzione dei provvedimenti mancanti, inclusi quelli ereditati dai precedenti esecutivi. Tuttavia diversi ministeri faticano a rispettare i target assegnati.

Dall’inizio della legislatura i provvedimenti di questo tipo necessari hanno superato i 1.300. Di questi atti, alla data del 23 agosto, ne mancavano all’appello il 46,4%. Un valore che si è ridotto di circa 8 punti percentuali rispetto a giugno.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.