Nei capoluoghi il verde urbano è in media il 2,7% della superficie comunale

Incidenza percentuale delle aree verdi (verde urbano e aree naturali protette) sulla superficie comunale (2016)

Se si considera sia il verde urbano che le aree naturali protette, le città metropolitane dove incide di più sono Messina, Venezia, Cagliari. A Roma oltre un terzo del territorio è occupato da verde urbano e aree naturali protette. Se invece si prende in considerazione solo il verde urbano questa quota scende al 3,3%.

Il totale delle aree verdi è dato dalla somma del verde urbano e delle aree naturali protette.

Per verde urbano si intende il patrimonio di aree verdi disponibile per ciascun cittadino sul territorio comunale gestiti (direttamente o indirettamente) da enti pubblici. Comprende giardini pubblici, ville, parchi, verde attrezzato di quartiere, ma anche le aree verdi di arredo urbano, i giardini scolastici, gli orti urbani e altri tipi di aree verdi gestite (tra cui anche giardini zoologici e cimiteri).

Per aree naturali protette si intendono i parchi nazionali, i parchi naturali regionali e interregionali, le riserve naturali, le zone umide di interesse internazionale e altre aree naturali protette.

FONTE: Istat, dati ambientali
(ultimo aggiornamento: giovedì 14 dicembre 2017)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.