L’importanza dei servizi per combattere la povertà educativa

Per combattere la povertà educativa è prioritario garantire a tutti l’accesso a un’educazione di qualità, dall’asilo fino ai gradi più alti di istruzione.

|

Avvenire 11 Aprile 2019

Avvenire ha dedicato un articolo al secondo rapporto nazionale sulla povertà educativa minorile in Italia che abbiamo presentato ieri a Roma insieme a Con i Bambini.

L’efficacia del contrasto alla povertà non si può misurare solo in termini monetari. La povertà presenta infatti aspetti che coinvolgono tante dimensioni, e di cui è difficile dare conto solo con le metriche reddituali. Una discriminante fondamentale è l’accesso ai servizi essenziali e la loro qualità.

Contrastare la povertà nella fascia più giovane della popolazione significa offrire concretamente a tutti i bambini e gli adolescenti, a prescindere dal reddito dei genitori, uguali opportunità educative. Purtroppo però l’Italia si trova agli ultimi posti in Europa per spesa in istruzione. Il nostro paese investe infatti in istruzione il 3,9% del pil contro una media Ue del 4,7%.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.