L’emergenza nascosta degli irregolari

Le recenti politiche migratorie, in nome della sicurezza e del taglio agli sprechi, rischiano di produrre più illegalità e più emarginazione sociale, più sfruttamento e esclusione. E i costi sono disseminati come tante bombe sociali innescate nei territori e nelle periferie delle città.

|

Il Fatto Quotidiano 9 Novembre 2019

Il Fatto Quotidiano ha ripreso in un articolo il nostro rapporto “Centri d’Italia: la sicurezza dell’esclusione” concentrandosi soprattutto sull’aumento del numero di irregolari, che stimiamo si registrerà nei prossimi anni.

L’abolizione della protezione umanitaria interviene sul principale canale di accesso per ottenere il permesso di soggiorno da parte dei richiedenti asilo. Una scelta che interviene proprio nella fase in cui gli sbarchi sono al minimo dal 2010. Una misura per contrastare un’emergenza che non c’è e che va ad esasperare l’emergenza reale. Quella degli irregolari, che lo stesso sistema contribuisce a creare.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.