In Italia cala la partecipazione alle scuole dell’infanzia

La scuola dell’infanzia, frequentata dai bambini tra 3 e 5 anni, è il tassello tra l’asilo nido e la scuola dell’obbligo. La sua funzione educativa, spesso sottovalutata, è fondamentale per lo sviluppo del minore.

|

Vanity Fair 23 Settembre 2019

Un articolo di Vanity Fair si è occupato del tema delle scuole dell’infanzia riprendendo i dati dal nostro approfondimento “Il ruolo educativo e la presenza delle scuole dell’infanzia“.

Gli obiettivi europei di Barcellona hanno stabilito che posti negli asili nido devono essere offerti almeno al 33% dei bambini sotto i 3 anni, mentre l’offerta di servizi e scuole per l’infanzia (3 e 5 anni) deve arrivare almeno al 90% dei bambini.

Nella classifica europea l’Italia risulta nona, e con il 92,6% di bambini tra 3 e 5 anni accolti in scuole d’infanzia. Un dato positivo anche se in calo, fino all’anno 2011/12 infatti, la quota di bambini iscritti oscillava attorno al 95%.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.