Bandi deserti nell’accoglienza migranti

Attraverso dati e interviste abbiamo analizzato i primi effetti del decreto sicurezza sul sistema di accoglienza, in particolare in quei territori in cui le prefetture non sono riuscite ad assegnare i bandi per la gestione dei centri.

|

Avvenire 5 Gennaio 2020

Avvenire ha presentato in anteprima “Errore di sistema” la seconda parte di Centri d’Italia il report in cui abbiamo analizzato le conseguenze del decreto sicurezza sul sistema di accoglienza dei migranti in Italia.

 

Nella prima parte di questo report abbiamo analizzato le ricadute interne dell’approvazione del decreto sicurezza. In questa seconda parte approfondiamo l’impatto del nuovo capitolato di gara sul funzionamento della macchina dell’accoglienza. Un provvedimento che snatura il senso e il ruolo del sistema trasformando i Centri di accoglienza straordinaria (Cas) in luoghi di desolata attesa e sospensione esistenziale piuttosto che di avvio all’integrazione.

In questo capitolo andiamo a documentare in particolare alcuni territori in cui le difficoltà delle prefetture nell’affidare la gestione dei centri si sono espresse in maniera più chiara a causa del rifiuto di una parte rilevante del terzo settore di assecondare la linea imposta dal governo Conte I.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.