Quali servizi sono coperti nell’ambito dei centri con funzione educativo-ricreativa

I servizi presenti nelle città riservatarie della legge 285/1997

Focalizzandosi solo sull’ambito del nomenclatore relativo ai “centri con funzione educativo-ricreativa”, possiamo confrontare i diversi comuni nell’offerta di centri di aggregazione e di strutture rivolte al tempo libero di bambini e ragazzi. In primo luogo in termini di presenza. Centri diurni socio-educativi e ludoteche sembrano essere i 2 servizi che più spesso ricorrono nell’offerta delle città riservatarie. Seguono i centri di aggregazione e le biblioteche per ragazzi (85% dei comuni considerati), mentre appare minore la diffusione di centri diurni estivi (71%) e dei centri per le famiglie (57%).

Dati non disponibili per la città di Palermo

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Istituto degli Innocenti
(ultimo aggiornamento: mercoledì 26 Giugno 2019)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.