Partner

Milano

La provincia di Milano è quella con la copertura più ampia in Lombardia e dove quasi tutti i comuni hanno strutture sul proprio territorio.

96% i comuni della provincia di Milano che hanno asili nido o servizi prima infanzia.

Per approfondire l’analisi, verifichiamo se i diversi enti offrono un servizio in linea con il dato provinciale, o se emergono disparità rilevanti.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2016)

Milano è la provincia lombarda con la più alta percentuale di comuni con asili nido.

Rispetto all'offerta complessiva della città metropolitana, pari a 33,7 posti per 100 bambini, il capoluogo registra una copertura maggiore. Il comune di Milano offre infatti 12.475 posti per gli oltre 34 mila residenti tra 0-2 anni, raggiungendo quota 36,3%. D'altra parte, la maggior parte dei territori restano al di sotto della media, inclusi i poli di provincia: Magenta, Rho e Legnano, con coperture rispettivamente del 32,6%, 31,5% e 27%.

È interessante notare che, nonostante Milano sia la provincia con l'offerta maggiore, il capoluogo ha un livello di copertura inferiore rispetto alla maggior parte degli altri capoluoghi di provincia. È al nono posto, seguito solo da Brescia, Varese e Lodi.

I poli sono comuni baricentrici sul territorio in termini di servizi, come scuole, ospedali e stazioni ferroviarie. Vai a "Che cosa sono le aree interne"

Per ampliare il confronto, è interessante considerare anche l'aspetto della gestione del servizio, che può essere affidata sia a strutture pubbliche, amministrate dai comuni, sia a strutture private. Nel secondo caso, gli asili possono essere gestiti interamente da privati o essere convenzionati con il comune.

Abbiamo verificato la ripartizione dell'offerta, nei comuni con il maggior numero di residenti tra 0-2 anni di età.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2016)

Milano e Cologno Monzese superano l'obiettivo Ue sugli asili nido.

Nel capoluogo, la copertura del 36,3% è gestita ad ampia maggioranza da strutture pubbliche, che offrono 29,2 posti per 100 bambini, rispetto ai 7,1 delle strutture private. Anche Cologno Monzese, che supera di poco Milano per livello di copertura (36,4%), presenta un'offerta pubblica superiore a quella privata. Allo stesso modo, questa prevalenza si verifica in tutti i comuni considerati, esclusi Rho e Legnano, dove sono le strutture private ad offrire più posti.

+3,3 i punti percentuali in più di copertura di asili nido nel comune di Milano, rispetto alla soglia Ue.

Monza e Brianza

Al terzo posto in regione la provincia di Monza e Brianza, che offre in media 28 posti in asili nido per 100 bambini. Come per la città metropolitana di Milano, anche in questo caso la copertura è diffusa in quasi in tutti i comuni.

95% i comuni della provincia di Monza e Brianza che hanno asili nido o servizi prima infanzia.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2016)

Monza e Brianza, solo 3 comuni non hanno asili nido.

Il comune di Monza supera di oltre 10 punti percentuali la media provinciale del 28%. Anche in questo caso emerge una disparità rispetto all'altro polo di provincia, Desio, che offre una copertura di 24,7 posti per 100 bambini. Un dato in linea con la media nazionale (24%), ma inferiore sia a quello della provincia, che a quello del capoluogo.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2016)

Monza e Vimercate superano l'obiettivo Ue sugli asili nido.

Dei comuni considerati, 8 su 10 hanno più strutture private che pubbliche, ad occuparsi della gestione del servizio. Tra questi, gli enti con i maggiori livelli di copertura, come il capoluogo, dove l'offerta privata supera di 10 punti quella pubblica. Desio e Limbiate sono invece gli unici due territori dove ci sono più posti in strutture pubbliche.

+5,6 i punti percentuali in più di copertura di asili nido nel comune di Monza, rispetto alla soglia Ue.

Scarica, condividi e riutilizza i dati

Scarica i dati

I contenuti dell'Osservatorio povertà educativa #conibambini sono realizzati da openpolis con l'impresa sociale Con i Bambini nell'ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Mettiamo a disposizione in formato aperto i dati utilizzati nell'articolo. Li abbiamo raccolti e trattati così da poterli analizzare in relazione con altri dataset di fonte pubblica, con l'obiettivo di creare un'unica banca dati territoriale sui servizi. Possono essere riutilizzati liberamente per analisi, iniziative di data journalism o anche per semplice consultazione. La fonte dei dati sugli asili nido e servizi prima infanzia è Istat.

Foto credit: Pixabay mwhal - Licenza

PROSSIMA PARTE
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.