Partner

Lecco

La provincia di Lecco è al sesto posto in regione per livello di copertura di asili nido. Offre in media 26,4 posti per 100 bambini e il servizio è diffuso in buona parte del territorio.

69% i comuni della provincia di Lecco che hanno asili nido o servizi prima infanzia.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2016)

Lecco, i comuni montani hanno un'offerta di asili nido inferiore.

Con 411 posti per circa mille bambini, il capoluogo supera di oltre 10 punti percentuali l'offerta media della provincia (26,4%). Restano invece al di sotto di questa soglia la maggior parte dei comuni. Da notare che i territori totalmente montani, che costituiscono il 57,5% degli enti locali, hanno un valore mediano di copertura inferiore a quello dei comuni non montani. I primi offrono infatti 14,7 posti per 100 bambini, contro i 23,3 dei secondi.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2016)

Colico, Lecco e Robbiate superano quota 33%.

Nei primi tre comuni per livello di copertura, l'offerta privata di asili nido supera ampiamente quella pubblica. Per quanto riguarda gli altri enti considerati, 5 hanno un maggior numero di strutture pubbliche rispetto a quelle private. Tra questi gli ultimi in classifica: Merate, Casatenovo e Valmadrera.

+5,6 i punti percentuali in più di copertura di asili nido nel comune di Lecco, rispetto alla soglia Ue.

Varese

La provincia di Varese è al settimo posto in regione per offerta di asili nido. Ha una livello medio di copertura di 25,7 posti per 100 bambini e strutture presenti nella maggior parte dei comuni.

70% i comuni della provincia di Varese che hanno asili nido o servizi prima infanzia.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2016)

Gli enti con 0 posti in asili nido sono perlopiù montani.

Il capoluogo supera la media provinciale di 5 punti percentuali ma non emerge tra i comuni con i livelli più alti di copertura. Rispetto agli altri poli di provincia, Gallarate ha un'offerta maggiore, pari a 40,9 posti per 100 bambini, mentre Busto Arsizio ha un livello di copertura pari al 27,6%.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2016)

Gallarate supera quota 33% con un'offerta più pubblica che privata.

In diversi degli enti considerati, l'offerta pubblica e privata sono quasi a pari livello, con solo qualche punto di divario l'una dall'altra. Il capoluogo si posiziona al quarto posto per copertura, distante dalla soglia del 33%, mentre Gallarate risulta l'unico polo di provincia a superare l'obiettivo Ue sugli asili nido.

-2,4 i punti percentuali di distanza tra la copertura di asili nido nel comune di Varese e la soglia Ue.

Como

Nella provincia di Como, decima nella classifica regionale, è disponibile un posto in asili nido per il 21,9% dei bambini residenti.

40% i comuni della provincia di Como che hanno asili nido o servizi prima infanzia.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2016)

Como è il capoluogo lombardo con la maggior offerta di asili nido.

Il comune di Como supera la media provinciale (21,9%) di 30 punti percentuali: il divario più ampio sull'offerta di asili nido, tra capoluogo e provincia della Lombardia. Anche i comuni limitrofi al comune di Como presentano livelli alti di copertura, mentre la maggior parte degli enti locali con offerta pari a 0 si trovano in territori totalmente montani.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2016)

A Como basta l'offerta pubblica per superare il 33%.

È evidente la grande disparità tra il capoluogo e gli altri comuni considerati. Il primo supera l'obiettivo Ue sugli asili nido già solo con l'offerta pubblica, mentre gli altri sono distanti da quota 33% e ad almeno 20 punti percentuali in meno rispetto alla copertura di Como. Da notare che 8 su 10 dei comuni considerati hanno più strutture pubbliche che private, mentre Inverigo risulta l'unico ente ad avere una copertura unicamente privata.

+19,3 i punti percentuali in più di copertura di asili nido nel comune di Como, rispetto alla soglia Ue.

Sondrio

La provincia di Sondrio è quella con l'offerta più bassa nella regione, a quota 17,8% e con la minor percentuale di comuni con strutture per il servizio.

30% i comuni della provincia di Sondrio che hanno asili nido o servizi prima infanzia.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2016)

Sondrio, l'offerta di asili nido è più bassa nei comuni periferici.

Il servizio tende a concentrarsi nell'area del capoluogo. Il comune di Sondrio è decimo per copertura, al di sopra della media (17,8%), mentre i territori con cui confina presentano i livelli più alti della provincia: Albosaggia (106,4%) e Torre di Santa Maria (105,9%). La tendenza del servizio a concentrarsi attorno al comune polo è dovuta anche al fatto che la provincia di Sondrio è totalmente costituita da territorio montano. Questo generalmente aumenta il divario tra poli e comuni periferici, spesso piccoli e isolati, nella diffusione dei servizi.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2016)

Sondrio e Tirano superano quota 33%.

Tra i comuni con più residenti 0-2 il capoluogo è quello con la maggiore offerta (38,1%), seguito da Tirano (37,5%). Entrambi superano l'obiettivo Ue sugli asili nido, con una copertura gestita perlopiù da strutture private. Da notare che i comuni di Cosio Valtellino, Valdidentro e Berbenno di Valtellina hanno almeno 100 residenti sotto i 3 anni di età, ma nessun asilo nido né in altri servizi per l'infanzia.

+5,1 i punti percentuali in più di copertura di asili nido nel comune di Sondrio, rispetto alla soglia Ue.

Scarica, condividi e riutilizza i dati

Scarica i dati, provincia per provincia

I contenuti dell'Osservatorio povertà educativa #conibambini sono realizzati da openpolis con l'impresa sociale Con i Bambini nell'ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Mettiamo a disposizione in formato aperto i dati utilizzati nell'articolo. Li abbiamo raccolti e trattati così da poterli analizzare in relazione con altri dataset di fonte pubblica, con l'obiettivo di creare un'unica banca dati territoriale sui servizi. Possono essere riutilizzati liberamente per analisi, iniziative di data journalism o anche per semplice consultazione. La fonte dei dati sugli asili nido e servizi prima infanzia è Istat.

Foto credit: Pixabay Myshanah - Licenza

PROSSIMA PARTE
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.