I sommersi dell’accoglienza

Con l’approvazione del decreto sicurezza è aumentato il numero di irregolari per le strade delle città italiane e si è tornati al modello dei grandi centri di accoglienza, abbandonando i progetti di accoglienza diffusa.

|

Secondo Welfare 2 Aprile 2020

Percorsi di Secondo Welfare è tornato sul tema dell’accoglienza migranti riprendendo il nostro rapporto “Centri d’Italia: la sicurezza dell’esclusione” alla luce dell’attuale condizione sanitaria.

Ad un anno dall’approvazione del decreto sicurezza siamo andati ad analizzare le conseguenze che le norme volute dal governo Conte I hanno cominciato a produrre sul fronte interno delle politiche di immigrazione, quello dell’accoglienza dei migranti in Italia.

I due effetti che emergono dall’analisi assumono ancora più rilevanza alla luce dell’emergenza sanitaria. Da una parte l’aumento consistente del numero di irregolari. Dall’altra il ritorno al modello dei grandi centri.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.