I doppi incarichi incompatibili dei candidati alle elezioni europee

Il tema dei doppi incarichi è uno che seguiamo da tempo. L’argomento ha molte sfaccettature, e un punto di partenza è sicuramente quello delle incompatibilità. Alcuni incarichi infatti non si possono svolgere contemporaneamente, per evitare possibili conflitti di interesse.

|

La Notizia 16 Maggio 2019

In vista delle imminenti elezioni europee La Notizia torna a occuparsi del tema dei candidati che ricoprono già un incarico incompatibile con quello di parlamentare europeo. L’articolo riprende il nostro approfondimento “Candidati alle europee, tra scelte pubblicitarie e incarichi incompatibili” con cui abbiamo sollevato la questione.

Sono 37 i candidati alle europee che ricoprono incarichi da assessori/consiglieri regionali o membri del parlamento, che non andranno in scadenza nel 2019. Ognuno di questi quindi dovrà scegliere, nel caso venga eletto, quale dei due incarichi continuare a ricoprire.

Per alcuni di essi però la scelta è palese già da ora, e la candidatura sembra quindi più una scelta pubblicitaria a favore del partito, che un reale impegno nell’andare al parlamento europeo. È il caso per esempio di 4 leader politici nazionali: Bonino (+Europa), Fratoianni (Sinistra italiana), Meloni (Fratelli d’Italia) e Salvini (Lega).

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.