I candidati alle europee che hanno già un incarico incompatibile con quello di europarlamentare

Il sistema elettorale vigente per l’elezione al parlamento europeo prevede le preferenze, e dà quindi la possibilità agli elettori di selezionare uno o più candidati. Proprio per affrontare al meglio questa situazione i partiti stanno adottando tattiche legittime ma discutibili.

|

Il Sole 24 Ore 13 Maggio 2019

Il sole 24 ore ha ripreso il nostro approfondimento “Candidati alle europee, tra scelte pubblicitarie e incarichi incompatibili” dove abbiamo affrontato nuovamente il tema dei doppi incarichi in vista delle elezioni europee.

 

Sono 37 i candidati al parlamento europeo che attualmente siedono o in un consiglio regionale o nel parlamento italiano. Politici che, qualora venissero eletti, sarebbero quindi costretti a scegliere tra un ruolo e l’altro. I partiti politici con più candidati coinvolti sono Fratelli d’Italia, con 14 tra consiglieri regionali o parlamentari che corrono per un seggio a Bruxelles, Forza Italia con 9, la Lega con 6, e infine il Partito democratico con 4.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.