Gli edifici scolastici in italia e il problema del rientro a settembre

La necessità di mantenere un distanziamento fisico tra gli alunni è alla base dell’impianto delle linee guida messe a punto dal ministro dell’istruzione. La fattibilità degli interventi dipenderà però da una serie di fattori tra cui lo stato e la condizione degli edifici scolastici.

|

Radio Capital 29 Luglio 2020

Radio Capital ha intervistato Marco Imperiale, direttore di Con i Bambini, per parlare del nostro approfondimento “Lo stato dell’edilizia scolastica in vista del rientro a settembre“.

Un primo elemento da valutare riguarda la quantità di edifici scolastici in uso che non sono stati costruiti appositamente per questo scopo, ma riadattati solo successivamente per attività didattiche.

In Italia, circa il 77% degli edifici scolastici è stato costruito già con questa funzione, mentre quasi un edificio su 4 (23%) è stato riadattato solo in seguito per un uso scolastico. Queste percentuali variano molto da regione a regione.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.