Divari digitali e povertà educativa

L’emergenza coronavirus ha messo a nudo nuove esigenze per il paese, soprattutto per le famiglie con figli. Ma soprattutto ha ribadito necessità che già esistevano. In particolare, quelle legate alla digitalizzazione del paese.

|

Radio1 giorno per giorno 14 Luglio 2020

A Giorno per giorno su Rai Radio 1 si è parlato di povertà educativa e divario digitale partendo dal nostro approfondimento “Disuguaglianze digitali“.

Ascolta Radio 1

La sfida dell’Europa nei prossimi anni sarà costruire la cosiddetta gigabit society: una società sempre più digitale e connessa. Questa prospettiva significa potenziare l’accesso e la velocità delle connessioni a internet, accrescere la disponibilità e la qualità dei servizi pubblici in rete, investire sulla formazione digitale dei più giovani.

In termini di competenze, in Italia  la quota di giovani tra 16 e 19 anni che padroneggiano gli strumenti digitali è bassa. In base ai dati più recenti (2019), l’83% delle ragazze e dei ragazzi europei è risultato avere competenze di base o superiori. In Italia questa percentuale scende al 64%, quasi 20 punti in meno della media Ue.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.