Che cosa sono i paesi Ldcs

Gli accordi internazionali prevedono un aumento delle risorse da destinare ai paesi più poveri, i cosiddetti least developed countries. Tuttavia sono poche le nazioni sviluppate ad aver raggiunto l’obiettivo.

Definizione

Le risorse dell’aiuto pubblico allo sviluppo (Aps) possono essere destinate a una lista specifica di paesi, aggiornata periodicamente dal comitato per l’aiuto allo sviluppo dell’Ocse.

La classificazione dei paesi che ricevono fondi di Aps in base al livello di reddito prevede 4 gruppi: i paesi a più basso tasso di sviluppo (Least developed countries, Ldcs); altri paesi a basso reddito (Low income countries, Lics); paesi e territori a reddito medio-basso (Lower middle income countries, Lmics); paesi e territori a reddito medio-alto (Upper middle income countries, Umics).

Far parte dell’Ocse o del comitato dei paesi Dac (Development assistance committee) non esclude in automatico la possibilità di ricevere fondi di aiuto pubblico allo sviluppo.

Le liste vengono aggiornate a cadenza triennale. Tuttavia, durante la revisione dell’elenco in scadenza al 2020, a causa della pandemia da Covid-19 il gruppo dei paesi Dac ha concordato un ritardo eccezionale di un anno per l’aggiornamento dell’elenco dei paesi idonei a ricevere l’Aps. Nella lista aggiornata al 2021, sono 46 i paesi inseriti nel gruppo Ldcs.

Secondo il programma di azione per gli Ldcs adottato nel 2011, i paesi sviluppati devono riservare a questo gruppo una quota compresa tra lo 0,15 e lo 0,20% del reddito nazionale lordo (Rnl). Un obiettivo ribadito recentemente anche nell’Agenda 2030 delle Nazioni unite per lo sviluppo sostenibile.

Dati

Tra i paesi donatori Ocse, nel 2019 solo 5 superano l’obiettivo previsto dello 0,15%, oltrepassando persino la quota dello 0,20%. Si tratta di Lussemburgo, Svezia, Norvegia, Danimarca e Regno Unito. La maggior parte delle nazioni, invece, non raggiunge neanche lo 0,10%.

L’Italia arriva solo allo 0,06%, posizionandosi al ventesimo posto tra i 29 paesi donatori dell’Ocse.

Nell’ambito dell’Agenda per lo sviluppo sostenibile 2030 i paesi sviluppati si sono impegnati a destinare almeno lo 0,15% dell’Rnl ai paesi meno sviluppati, i cosiddetti Ldcs (Least developed countries).

FONTE: Elaborazione openpolis su dati Ocse
(ultimo aggiornamento: lunedì 15 Marzo 2021)

Analisi

Nel 2019 il nostro paese ha destinato ai paesi Ldcs la stessa quota di fondi dei due anni precedenti. È dal 2008 che il dato italiano sugli Ldcs oscilla tra lo 0,04% e lo 0,07%, con quote molto lontane dall'obiettivo minimo stabilito dello 0,15%.

Inoltre, rispetto alla media dei paesi Dac l'Italia destina una quota inferiore del proprio bilancio agli Ldcs e invece una quota maggiore ai paesi a reddito medio-alto. Quest'ultima categoria, infatti, in Italia pesa per il 27,1% sul totale, rispetto al 16,1% in media nei paesi del gruppo Dac.

In generale, nonostante gli impegni internazionali di aumentare nel tempo la quota di Aps destinata ai paesi meno sviluppati, la percentuale di Aps destinata ai paesi Ldcs rimane molto bassa. Infatti, nel 2019 i paesi Dac hanno destinato complessivamente solo lo 0,09% del Rnl agli Ldcs.

Paesi meno sviluppati (Least developed countries, Ldcs)Altri paesi a basso reddito (Low income countries, Lics)Paesi e territori a reddito medio-basso (Lower middle income countries, Lmics)Paesi e territori a reddito medio-alto (Upper middle income countries, Umics)
Afghanistan, Angola, Bangladesh, Benin, Bhutan, Burkina Faso, Burundi, Cambogia, Repubblica dell'Africa centrale, Ciad, Comore, Repubblica democratica del Congo, Gibuti, Eritrea, Etiopia, Gambia, Guinea, Guinea Bissau, Haiti, Kiribati, Laos, Lesotho, Liberia, Madagascar, Malawi, Mali, Mauritania, Mozambico, Myanmar, Nepal, Niger, Rwanda, Sao Tomé e Principe, Senegal, Sierra Leone, Isole Salomone, Somalia, Sud Sudan, Sudan, Tanzania, Timor Est, Togo, Tuvalu, Uganda, Yemen, Zambia.Corea del Nord, Zimbabwe.Armenia, Bolivia, Capo Verde, Camerun, Congo, Costa d'Avorio, Egitto, El Salvador, Swaziland, Georgia, Ghana, Guatemala, Honduras, India, Indonesia, Giordania, Kenya, Kosovo, Kyrgyzstan, Micronesia, Moldova, Mongolia, Marocco, Nicaragua, Nigeria, Pakistan, Papua Nuova Guinea, Filippine, Sri Lanka, Siria, Tajikistan, Tokelau, Tunisia, Ucraina, Uzbekistan, Vanuatu, Vietnam, Cisgiordania e striscia di Gaza.Albania, Algeria, Antigua e Barbuda, Argentina, Azerbaijan, Bielorussia, Belize, Bosnia e Herzegovina, Botswana, Brasile, Cina, Colombia, Costa Rica, Cuba, Dominica, Repubblica Dominicana, Ecuador, Guinea Equatoriale, Fiji, Gabon, Grenada, Guyana, Iran, Iraq, Jamaica, Kazakhstan, Libano, Libia, Malesia, Maldive, Isole Marshall, Mauritius, Messico, Montenegro, Montserrat, Namibia, Nauru, Niue, Macedonia del Nord, Palau, Panama, Paraguay, Perù, Sant'Elena, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadines, Samoa, Serbia, Sud Africa, Suriname, Thailandia, Tonga, Turchia, Turkmenistan, Venezuela, Wallis e Futuna.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.