Le aziende sanitarie commissariate a maggio 2022

Le regioni in cui alcune aziende sanitarie o ospedaliere non hanno al proprio vertice un direttore generale ma piuttosto un commissario straordinario o un direttore generale facente funzioni (FF)

Le aziende sanitarie o ospedaliere commissariate in Italia sono al momento 16, anche se sono 15 quelle con al con al vertice un commissario straordinario. Questo perché il commissario straordinario dell’ospedale metropolitano di Reggio Calabria, Iole Fantozzi, a novembre 2021 è stata nominata dirigente Generale del dipartimento tutela della salute e politiche sanitarie della regione Calabria. Anche se ad oggi non risulta sia stato nominato un sostituto, l’azienda ospedaliera però rimane nondimeno commissariata, come tutte le altre della regione, in virtù del decreto Calabria.

Il direttore generale è l’organo monocratico di rappresentanza legale e di governo sia delle aziende sanitarie locali che delle aziende ospedaliere. Talvolta tuttavia il direttore generale può essere rimosso prima del tempo oppure può dimettersi per ragioni proprie. In questi casi norme nazionali o regionali stabiliscono la possibilità che al suo posto la regione nomini, in via temporanea, un commissario straordinario. In alternativa, in situazioni specifiche, le regioni possono decidere di nominare il direttore amministrativo o il direttore straordinario quale direttore generale facente funzioni (FF) per il tempo strettamente necessario.

FONTE: openpolis
(ultimo aggiornamento: venerdì 6 Maggio 2022)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.