Il governo draghi e i primi cambiamenti al vertice dell’intelligence

Con la nomina prima di Franco Gabrielli come autorità delegata e poi di Elisabetta Belloni a capo del Dis inizia a cambiare il volto dell'intelligence disegnato da Giuseppe Conte.

La nomina di Elisabetta Belloni come direttrice generale del dipartimento di informaze per la sicurezza (Dis) non è il primo cambiamento voluto dal governo Draghi nell’ambito del sistema di intelligence. Con la nomina dei sottosegretari infatti, Mario Draghi ha individuato fin da subito Franco Gabrielli come autorità delegata, ovvero il sottosegretario con delega ai servizi di informazione. Anche se il direttore dell’Aise Caravelli e il direttore dell’Aisi Parente, nominati da Giuseppe Conte, per il momento mantengono la loro posizione, il vertice del sistema di intelligence sta dunque iniziando a cambiare prima del previsto. Belloni infatti ha assunto l’incarico 6 mesi prima della scadenza naturale del mandato del suo predecessore, Gennaro Vecchione, un generale della guardia di finanza considerato molto vicino all’ex presidente Conte.

Il Dis è uno dei tre organi posti sotto la presidenza del consiglio che compongono il sistema di informazione per la sicurezza della repubblica. Il suo è in particolare un ruolo di coordinamento e verifica dell’azione delle altre due strutture di intelligence: l’Agenzia italiana per la sicurezza interna (Aisi) e l’Agenzia italiana per la sicurezza esterna (Aise). A completare il quadro del sistema si trovano poi l’autorità delegata, il comitato parlamentare per la sicurezza della repubblica (Copasir) e il comitato interministeriale per la sicurezza della repubblica (Cisr).

FONTE: Openpolis
(ultimo aggiornamento: giovedì 13 Maggio 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.