I vertici e le relazioni di nomina nella presidenza del consiglio

I ministri senza portafoglio, i sottosegretari, i dipartimenti e gli uffici di cui si avvalgono e i dirigenti amministrativi della presidenza del consiglio.

Sulla sinistra sono indicati i ministri senza portafoglio e i dipartimenti e gli uffici di cui si avvalgono, oltre che i dirigenti di questi uffici nominati su loro proposta.

Al centro, oltre al presidente del consiglio si trovano Roberto Garofoli e Franco Gabrielli, i due sottosegretari alla presidenza del consiglio che in virtù dei loro incarichi particolari non dispongono di dipartimenti.

Più a destra i sottosegretari e i dipartimenti o uffici di cui si avvalgono. In questo caso i dirigenti di questi uffici sono nominati dal presidente del consiglio.

Ancora più a destra il segretario generale Roberto Chieppa e gli uffici e i dipartimenti senza un vertice politico che, in quanto tali, ricadono sotto la competenza del segretariato generale.

La presidenza del consiglio dei ministri, intesa come struttura amministrativa, è relativamente recente. Il suo ordinamento è disciplinato dalla legge 400/1988 e dal decreto legislativo 303/1999 in attuazione dell’articolo 95 comma 3 della costituzione.

FONTE: openpolis
(ultimo aggiornamento: lunedì 26 Luglio 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.