I ministri “tecnici” e i loro sottosegretari politici

L'affiliazione politica dei sottosegretari dei ministeri alla cui guida siede una figura non direttamente legata ai partiti.

Nei 6 ministeri al cui vertice non siede un esponente politico (escludendo il ministero dell’università dove non sono presenti sottosegretari) sono 2 i partiti che, attraverso propri sottosegretari, risultano più rappresentati. Innanzitutto il Movimento 5 stelle, unico gruppo politico con un esponente in ciascuno di questi dicasteri. Al secondo posto la Lega. A questo proposito tuttavia è da segnalare che il sottosegretario al ministero dell’economia Federico Freni è stato considerato in questo caso indipendente, non risultando iscritto alla Lega. Tuttavia è noto che sia stato proprio questo partito a indicarlo dopo che un suo esponente, Claudio Durigon, aveva dato le dimissioni dall’incarico.

I sottosegretari di stato sono nominati con decreto del presidente della repubblica su proposta del presidente del consiglio, in accordo con il ministro referente e hanno il compito di coadiuvare i ministri nell’esercizio delle loro funzioni. Nel grafico è indicato il colore politico dei sottosegretari o dei vice ministri dei ministeri al cui vertice siede una persona non direttamente legata a un partito. Tra questi è incluso anche il ministero dell’università in cui però non sono stati nominati né sottosegretari né vice ministri.I s

FONTE: elaborazione openpolis su dati openpolis e openpnrr
(ultimo aggiornamento: venerdì 27 Maggio 2022)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.