Come varia l’abbandono scolastico in Italia, da comune a comune

Percentuale di giovani tra i 15 e i 24 anni che hanno al massimo la licenza media e non frequentano un corso regolare di studi e/o formazione professionale (2011)

Le aree più scure della mappa indicano dove è più elevata la quota di ragazzi che hanno lasciato la scuola prima del tempo. Anche in questo caso, colpisce l’estensione del fenomeno in alcune regioni. In particolare la Sicilia e diversi territori di Puglia, Campania e Calabria. Ma anche in aree (perlopiù interne o montane) nell’Italia centro-settentrionale.

L’indicatore per valutare il livello di abbandono scolastico è quello di uscita precoce dal sistema di istruzione e formazione, rilevato da Istat in occasione dell’ultimo censimento. Calcola la percentuale di giovani di età compresa tra 15 e 24 anni che hanno al massimo la licenza media e che non frequentano un corso regolare di studi né svolgono formazione professionale. A livello comunale questi dati sono elaborati sulla base del censimento del 2011.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Istat
(ultimo aggiornamento: sabato 31 Dicembre 2011)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.