Perché il silenzio elettorale non viene rispettato

Nel 2019 si sono succedute tornate elettorali in 3 regioni. In tutte queste occasioni si è riproposto un problema dell’attuale sistema politico: il non rispetto del silenzio elettorale sui social.

|

La Gazzetta di Basilicata 2 Aprile 2019

La Gazzetta di Basilicata ha dedicato un articolo alla violazione del silenzio elettorale sui social riprendendo la nostra analisi su questo argomento.

In effetti nelle 3 tornate elettorali che si sono succedute nel 2019 in Abruzzo, Sardegna e per l’appunto Basilicata si è sempre assistito alla violazione del silenzio elettorale sui social. Si trattata di un fatto grave, specialmente quando il politico che viola il silenzio è Matteo Salvini ovvero colui che è a capo dell’istituzione che deve vigilare sulla propaganda elettorale.

Per approfondire leggi “I social e il (non) silenzio elettorale“.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.