L’importanza dei sevizi per minori per favorire l’occupazione femminile

Esista una relazione tra partecipazione delle donne al mercato del lavoro e estensione dei servizi per la prima infanzia.

|

Redattore socaiale 30 Aprile 2019

L’Italia si trova al penultimo posto a livello europeo rispetto al tasso di occupazione femminile (48%), a fare peggio infatti è solo la Grecia. Per favorire l’occupazione femminile è importante investire in servizi per l’infanzia.

Se si confronta il tasso di occupazione femminile con la percentuale di posti offerti in asili nido ai bambini tra 0 e 2 anni emerge chiaramente una relazione tra partecipazione delle donne al mercato del lavoro e la presenza dei servizi per la prima infanzia.

Infatti le prime 5 regioni per posti offerti negli asili nido hanno tutte un tasso di occupazione femminile superiore al 60%. Al contrario le ultime 5 regioni per posti offerti negli asili nido non si superano il 40% nell’occupazione femminile.

Questo tema, che abbiamo affrontato nel nostro approfondimento “Estendere i servizi per l’infanzia serve anche per l’occupazione femminile“, è stato ripreso in un articolo da Redattore sociale.

 

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.