Il ruolo del comitato Change nel percorso politico di Giovanni Toti

Come Matteo Renzi anche Toti ha utilizzato un comitato politico incentrato sulla sua persona per fare aggregazione politica, raccogliere fondi ed organizzare eventi. Il tutto parallelamente all’attività nel partito di appartenenza: Forza Italia.

|

La Notizia 24 Settembre 2019

La Notizia giornale ha ripercorso in un articolo i passi che hanno portato Toti a uscire da Forza Italia per creare il movimento Cambiamo! riprendendo il nostro articolo “Renzi e Toti, come lanciare un nuovo partito“.

Come Matteo Renzi anche Toti ha utilizzato un’associazione per il lancio del suo soggetto politico, il comitato Change. Creato per la campagna elettorale delle regionali 2015, l’organizzazione ha sempre avuto un ruolo centrale nella carriera del politico. Nell’ultimo anno l’organizzazione è stata rilanciata, ed utilizzata in maniera strategica per la decisione di uscire da Forza Italia.

Da maggio ad oggi ha già ricevuto oltre 200.000euro in contributi. Dietro a queste cifre ci sono principalmente 3 aziende. La prima è la Moby Spa, nota società di navigazione italiana, che lo scorso maggio ha donato €100.000 al comitato Change. Subito dietro la Black Oils Spa, con €50.000 tra giugno e luglio, la Diaspa Srl, €30.000, e Innovatec Spa, con €20.000.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.