Il calo della spesa in educazione durante la crisi

In alcuni casi una contrazione della spesa può tradursi una migliore allocazione delle risorse. Ma può anche colpire la qualità dell’istruzione, soprattutto in una fase in cui puntare su questo settore è importante anche per la crescita economica.

|

Circo Massimo 5 Dicembre 2019

A Circo Massimo si è parlato di spesa per l’istruzione e soprattutto di quanto questa sia calata tra il 2008 e il 2016 citando i dati di un nostro grafico pubblicato all’interno dell’approfondimento “L’Italia spende meno della media europea in educazione“.

Ascolta la puntata

In questo periodo la spesa in educazione (intesa in senso complessivo, dalle scuole per l’infanzia alle università) è calata da 72 miliardi annui a 65,4. Una tendenza che si inserisce nel quadro di un contenimento della spesa pubblica.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.