Nel 2020 rilevate 127 violazioni della legge sul lavoro minorile

Numero di violazioni riscontrate per regione (2020)

Nel 2020 sono stati 127 i casi accertati di minori irregolarmente occupati, prevalentemente nei settori “alloggio e ristorazione” (51 minori), “attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento” (23), “commercio all’ingrosso e al dettaglio, riparazione di autoveicoli e motocicli” (20), “altre attività di servizi” (19). In quasi tutte le aree del paese si tratta in maggioranza di ragazze (oltre il 50% dei casi nel nord, 72% nel centro). Fa eccezione il sud dove i maschi sono il 53% dei lavoratori minori irregolarmente occupati.

Tra le regioni, il maggior numero di violazioni si registra in Abruzzo (28), Lombardia (26) e Puglia (21). Si tratta di dati che, evidentemente, mostrano solo una frazione del fenomeno.

I dati presentati sono stati raccolti dalla sezione studi e statistiche dell’Ispettorato nazionale del lavoro.

Dati non disponibili per Sicilia e province autonome di Trento e Bolzano dove le funzioni dell’Inl sono svolte da organi locali.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Ispettorato nazionale del lavoro
(ultimo aggiornamento: martedì 20 Aprile 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.