Le organizzazioni guidate da ministri indipendenti e le risorse del Pnrr inviate al sud

I fondi del Pnrr e del Pnc che i ministri non espressione di un partito di governo indirizzeranno verso le regioni del mezzogiorno

Sono ben 11 le organizzazioni titolari di misure del Pnrr che non sono guidate da un ministro o un sottosegretario diretta espressione di un partito politico. Tra queste 6 raggiungono e in molti casi superano ampiamente la quota del 40% prevista per il mezzogiorno. Le altre 5 invece si posizionano poco sotto.

Nel primo gruppo si trova il ministero dell’economia (100%), il ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili (48,2%), il ministero dell’interno (47%), il dipartimento per la trasformazione digitale (45,9%), il ministero dell’istruzione (44,3%) e il dipartimento per lo sport (40%).

Nel secondo invece il ministero della giustizia (39,8%), il ministero dell’Università (39,6%), il dipartimento della protezione civile (37,2%), l’Ufficio terremoti (38,8%) e infine il ministero della transizione ecologica (37%).

Il dipartimento per le politiche di coesione ha definito tra tutte le misure del Pnrr e del fondo complementare, quelle aventi risorse con una destinazione territoriale e di queste risorse ha individuato quelle indirizzate al sud del paese. Per la metodologia completa si rimanda alla relazione del Dipartipemnto per la coesione territoriale.

FONTE: elaborazione openpoliis su dai del dipartimento della coesione territoriale
(ultimo aggiornamento: giovedì 30 Giugno 2022)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.