Le famiglie in disagio economico nella città metropolitana di Torino

Percentuale di famiglie in potenziale disagio economico (2011)

I comuni della ex provincia di Torino con la più elevata percentuale di famiglie in potenziale disagio sono tutti di ridotte dimensioni: Calviere (5,8%), Trausella (4,8%), Cinzano (4,5%). Se isoliamo i 15 comuni più popolosi della città metropolitana, la quota di famiglie in disagio oscilla in modo più contenuto, tra l’1,1% di Orbassano e il 2% di Carmagnola, due realtà a sud del capoluogo. È proprio Torino, insieme a Nichelino e Pinerolo, al secondo posto per questo indicatore tra i centri maggiori, con l’1,7% di famiglie in disagio.

Per stimare l’incidenza delle famiglie in potenziale disagio economico, viene calcolato il rapporto percentuale tra il numero di famiglie con figli con la persona di riferimento in età fino a 64 anni nelle quali nessun componente è occupato o ritirato dal lavoro e il totale delle famiglie. Caratteristiche che molto probabilmente indicano una situazione di forte disagio.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i bambini su dati Istat censimento 2011
(ultimo aggiornamento: domenica 1 Gennaio 2012)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.