La spaccatura tra Europa orientale e occidentale sul disagio abitativo dei minori

Percentuale di minori in disagio abitativo grave (2019)

In 6 stati orientali la quota di giovani con meno di 18 anni in grave disagio abitativo supera il 10%. In particolare in Romania, dove arriva al 24,1%, e poi in Lettonia (18,4%), Ungheria (17,3%), Bulgaria (15,2%), Lituania (14,8%) e Polonia (10,1%). Dopo l’Europa orientale, il fenomeno incide in misura maggiore in paesi mediterranei come Grecia (8,6%), Croazia (8,1%), Portogallo (7,1%), Slovenia (6,5%) e Italia (6,4%).

Il dato è rilevato per Eurostat all’interno dell’indagine Eu-Silc. L’indicatore calcola la percentuale di minori che vivono in un’abitazione sovraffollata e con almeno un problema abitativo (tra cui tetto che perde, scarsa luminosità, carenze nei servizi igienici).

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Eurostat
(ultimo aggiornamento: giovedì 2 Settembre 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.