In Italia oltre il 23% degli studenti non raggiunge competenze alfabetiche sufficienti

Confronto tra alcuni dei principali paesi europei suddivisi per livelli di competenza di lettura dei propri studenti (2018)

Il punteggio medio conseguito dall’Italia corrisponde al livello 2 nei parametri Ocse, considerato il livello minimo accettabile. Questo risultato è raggiunto da circa il 77% del campione. Ciò significa che circa il 23% degli studenti non ha competenze alfabetiche adeguate. Quello italiano è il dodicesimo peggior risultato a livello europeo. Fanno peggio dell’Italia, tra gli altri, l’Austria (23,6%) e i Paesi Bassi (24,1%). Tra i paesi più virtuosi invece l’Estonia (11), l’Irlanda (11,8%) e la Finlandia (13,5%).

Il grafico rappresenta la distribuzione percentuale degli studenti di alcuni tra i principali paesi europei in base ai livelli di competenza alfabetica acquisita. La scala si compone di 6 livelli di cui 1 è il più basso (competenze alfabetiche non sufficienti) e 6 il più alto.
Non sono disponibili dati per la Spagna.

FONTE: elaborazione openpolis - Con i Bambini su dati Ocse-Pisa
(ultimo aggiornamento: martedì 2 Aprile 2019)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.