Il tasso di disoccupazione è più alto tra gli stranieri

La percentuale delle persone in età lavorativa (residenti in Italia) che non hanno un impiego, tra il 2017 e il 2020.

La disoccupazione ha visto un lieve ma costante calo tra il 2017 e il 2020, sia per gli italiani che per gli stranieri. Per gli italiani, è calata di due punti percentuali, per gli stranieri di uno.

I dati si riferiscono ai cittadini residenti in Italia, di età maggiore ai 15 anni, che non hanno un’occupazione e sono alla ricerca di lavoro. Sono escluse dalla rilevazione Istat le famiglie che vivono abitualmente all’estero e i membri permanenti delle convivenze (istituti religiosi, caserme ecc.).

FONTE: elaborazione openpolis su dati Istat
(ultimo aggiornamento: mercoledì 9 Giugno 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.