Gli occupati diminuiscono di 1 punto a marzo 2020

Variazione in punti percentuali del tasso di occupazione in Italia, da marzo 2020 a maggio 2021

A marzo 2020 si registra il calo più ampio, a seguito dell’aumento dei contagi da Covid-19 e della chiusura di numerose attività. Un effetto che colpisce anche ad aprile e maggio. Tra giugno e ottobre si osserva uno stop di questo trend negativo, che riparte poi a causa dell’aumento dei contagi da novembre a gennaio. Infine il trend si inverte nuovamente a partire da febbraio.

I dati fanno riferimento ai punti percentuali di differenza tra il tasso di occupazione di un mese e quello del mese precedente. La popolazione di riferimento è quella tra i 15 e i 64 anni di età. I dati sono provvisori, non definitivi.

FONTE: elaborazione openpolis su dati Istat
(ultimo aggiornamento: martedì 6 Aprile 2021)

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.