Sono 57 i cambi di casacca registrati durante lo scorso anno. Il fenomeno dunque non si è fermato nemmeno durante l'emergenza legata al Covid. Una dinamica che indebolisce la maggioranza e che contribuisce a screditare il ruolo del parlamento.