La costruzione di nuove scuole e il Pnrr

A maggio sono state pubblicate le graduatorie delle aree in cui saranno costruite le nuove scuole previste dal Pnrr. Ne parla il Corriere della Sera, citando gli approfondimenti che dedichiamo da mesi al piano nazionale di ripresa e resilienza.

|

Corriere della Sera 5 Luglio 2022

Sul Corriere della Sera – Buone notizie, viene pubblicato un articolo intitolato “La scuola italiana che crolla (un soffitto ogni tre giorni)“. Nel pezzo si parla anche di costruzione di nuovi edifici scolastici e impiego dei fondi del piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr).

Sono 216 le nuove scuole che saranno costruite attraverso il piano previsto dal Pnrr. Un investimento innalzato dagli 800 milioni iniziali a oltre 1 miliardo di euro. Risorse che, insieme agli altri progetti sull’edilizia scolastica, dovranno fare fronte a necessità e carenze di lungo periodo.

Gli interventi finanziati prevedono nella maggior parte dei casi (183, l’85% del totale) la demolizione con successiva ricostruzione nello stesso luogo. Solo il restante 15% (33 interventi) indica come modalità progettuale la demolizione e costruzione della nuova scuola in un’altra sede. Con quote comunque variabili tra le regioni: prevedono la ricostruzione delocalizzata 2/3 degli interventi in Liguria, 1/3 di quelli della Basilicata, nonché il 30% dei progetti emiliano-romagnoli.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. È possibile leggere l’informativa cliccando qui.