Il referendum propositivo e il ruolo del parlamento

Il parlamento sta da molti anni perdendo centralità nel sistema politico e istituzionale, è aperta la discussione su quali sarebbero le conseguenze se il referendum propositivo diventasse effettivamente una realtà.

|

Il Giornale 8 Gennaio 2019

Un articolo de Il Giornale affronta il tema della proposta di riforma costituzionale che mira a istituire nel nostro ordinamento i referendum propositivi.

Secondo Il Giornale questo strumento va nella direzione di depotenziare il parlamento, che già oggi ha perso molta della centralità di un tempo. Per avvalorare questa tesi l’articolo cita il nostro rapporto “Semestre giallo-verde” da cui emerge che, in effetti, nei primi 6 mesi di attività di questo governo il parlamento ha avuto un ruolo sostanzialmente residuale.

Tra i vari dati che possono essere citati c’è quello degli emendamenti. In media infatti è di 44 il numero di emendamenti approvati nella trattazione parlamentare dei decreti legge dell’esecutivo Conte. Durante il governo Letta il dato era 128 quasi tre volte di più. Numeri che mostrano quanto il peso della discussione in parlamento sia stato diverso nei due periodi presi in considerazione.

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.