I migranti nelle aree interne italiane

Il dibattito pubblico sui migranti è spesso incentrato sull’ubicazione dei centri di accoglienza, siano essi insediati nelle periferie delle maggiori aree urbane del paese o nei centri storici dei borghi di montagna.

|

La Stampa 24 Aprile 2021

Tra le top news su La Stampa di oggi troviamo un articolo dedicato al nostro approfondimento sulla presenza dei centri di accoglienza per richiedenti asilo nelle aree interne italiane.

Nel 2019 2.433 centri erano stati insediati in comuni “polo” o “polo intercomunali”. Ammontavano a 1.982, inoltre, i centri nei comuni “cintura”, comunque all’interno aree maggiormente urbanizzate del paese.

Al contrario, poco più di mille centri (1.054) sorgevano nelle aree interne italiane, ossia in quei comuni classificati come intermedi (751 centri), periferici (228) e ultraperiferici (37).

PROSSIMO POST
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.